Bilanciamento del bianco e lampadine a risparmio energetico

Qualche tempo fa accompagnando mia moglie ad un corso di cucina regatole dai nostri amici per il compleanno, ho fatto qualche scatto per ricordare la sera. Tornato a casa mi sono accorto che il bilanciamento del bianco, da me lasciato lavorare in automatico, non ha reso come avrebbe dovuto.

Riporto qua solo una foto di esempio su cui voglio ragionare:

IMG_0869 copia

Come si vede l’ambiente è totalmente giallo anche oggetti spiccatamente bianchi hanno un tono giallastro. Lasciate perdere l’inquadratura, è stata una scelta infelice difficilmente coreggibile in post-produzione.

Il mio pensiero è che il fulcro del problema sia stata la presenza delle Lampadine a Risparmio Energetico che avendo una temperatura colore molto bassa hanno messo in difficoltà il bilanciamento del bianco. La loro temperatura colore non è mai uguale, le lampadine sono di mille tipi differenti e la cambiano pure durante la loro vita. Le lampade a basso consumo sono le peggiori perché quelle economiche (tipo quelle in offerta negli ipermercati, brico e affini) hanno una durata molto inferiore al dovuto e conseguentemente la curva della temperatura colore cala già dopo poche migliaia d’ore e quindi con più lampade si ha un mix allucinante di toni. Nel caso specifico (food photography) è fondamentale mantenere la corretta realtà dei colori per non scambiare una panna fresca in uno zabaione. Come fare?

Cercando a mia volta la risposta a questa domanda sono giunto alla conclusione che è meglio tenere nella borsa un cartoncino bianco perchè se si è in presenza di una illuminazione uniforme conviene fare una scatto campione con un pannellino/cartoncino bianco di riferimento per poi regolare tutte le foto con quella temperatura colore. La cosa migliore sarebbe farlo in raw, a meno che non si sappia già in precedenza la temperatura colore delle lampade con cui la scena è illuminata e regolare il WB alla temperatura che serve e scattare in jpg.

Se siete dei fotografi smanettoni che si arrangiano con quello che hanno in casa il panellino campione lo potete fare semplicemente con un foglio di carta bianca irrigidito mentre se vi piacere avere l’accessorio giusto per il lavoro giusto potete trovare in commercio alcuni schermi costruiti appositamente per fare da riferimenti per i bilanciamenti critici di bianco ed esposizione che potete trovare qua: Camera Focusing Screen.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...