Educazione Visuale dal Cinema

Ho trovato questo elenco di film consigliati da Settimio Benedusi (il fotografo di Moda) che credo sia molto interessante e anche sfidante per un cinefilo medio. Lascio qui l’elenco, io sono già partito con la raccolta film e ne ho già visti alcuni. Spero faccia piacere anche a chi legge come sta piacendo a me:

Rashomon (1950) di Akira Kurosawa
Diario di un curato di campagna (1951) di Robert Bresson
L’arpa birmana (1956) di Kon Ichikawa;
Casco d’oro (1952) di Jacques Becker;
La finestra sul cortile (1954) di Alfred Hitchcock;
Sentieri selvaggi (1956) di John Ford;
Il settimo sigillo (1957) di Ingmar Bergman;
Il posto delle fragole (1958) di Ingmar Bergman;
Fronte del porto (1954) di Elia Kazan;
Fino all’ultimo respiro (1960) di Jean-Luc Godard;
Orizzonti di gloria (1957) di Stanley Kubrick;
I 400 colpi (1959) di Francois Truffaut;
Jules et Jim (1962) di Francois Truffaut;
Effetto notte – La notte americana (1973) di Francois Truffaut;
Hiroshima mon amour (1959) di Alain Resnais;
Mouchette – Tutta la vita in una notte (1967) di Robert Bresson;
La mia notte con Maud (1969) di Eric Rohmer;
I pugni in tasca (1965) di Marco Bellocchio;
Il conformista (1970) di Bernardo Bertolucci;
L’avventura (1960) di Michelangelo Antonioni;
Blow-up (1969) di Michelangelo Antonioni;
La dolce vita (1960) di Federico Fellini;
8 ½ (1963) di Federico Fellini;
L’angelo sterminatore (1962) di Luis Bunuel;
Viridiana (1961) di Luis Bunuel;
La Via Lattea (1968) di Luis Bunuel;
Cantando sotto la pioggia (1952) di Gene Kelly e Stanley Donen;
Le vacanze del signor Hulot (1953) di Jacques Tati;
Un dollaro d’onore (1959) di Howard Hawks;
Salvatore Giuliano (1962) di Francesco Rosi;
Andreij Rubliov (1966) di Andreij Tarkowskij;
2001 Odissea nello spazio (1968) di Stanley Kubrick;
Barry Lyndon (1975) di Stanley Kubrick;
L’armata a cavallo (1968) di Miklos Jancso;
L’uomo che sapeva troppo (1956) di Alfred Hitchcock;
Cenere e diamanti (1958) di Andreij Wajda;
Dillinger è morto (1969) di Marco Ferreri;
Antonio das Mortes (1969) di Glauber Rocha;
L’albero degli zoccoli (1978) di Ermanno Olmi;
E.T. (1982) di Steven Spielberg;
Zelig (1983) di Woody Allen;
La recita (1975) di Theo Angelopoulos;
Nashville (1975) di Robert Altman;
Padre padrone (1977) dei fratelli Taviani;
Manhattan (1979) di Woody Allen;
Apocalypse now (1979) di Francis Ford Coppola;
Il matrimonio di Maria Braun (1979) di Rainer Werner Fassbinder;
L’amico americano (1977) di Wim Wenders;
Il cielo sopra Berlino (1987) di Wim Wenders;
C’era una volta in America (1984) di Sergio Leone;
Il fascino discreto della borghesia (1972) di Luis Bunuel;
La messa è finita (1985) di Nanni Moretti;
La vita e nient’altro (1989) di Bernard Tavernier;
Lanterne rosse (1992) di Zhang Yimou;
Pulp fiction (1994) di Quentin Tarantino;
Il decalogo (1988) di Krzystof Kieslowski;
Le onde del destino (1996) di Lars von Trier;
America Oggi – Short Cuts (1993) di Robert Altman;
Fargo (1996) di Joel ed Ethan Coen;
Shine (1996) di Scott Hicks;
Segreti e bugie (1996) di Mike Leigh;
Happy Together (1997) Wong Kar-Wai;
Il dolce domani (1997) di Atom Egoyan;
Boogie Nights (1997) di Paul Thomas Anderson;
Funny Games (1997) di Michael Haneke;
Salvate il soldato Ryan (1998) di Steven Spielberg;
La sottile linea rossa (1998) di Terrence Malick;
Magnolia (1999) di Paul Thomas Anderson;
The Fight Club (1999) di David Fincher;
Tutto su mia madre (1999) di Pedro Almodovar
Matrix (1999) di Andy e Larry Wachowsky;
In the mood for love (2000) di Wong Kar-wai;
Memento (2000) di Christopher Nolan;
Dancer in the dark (2000) di Lars Von Trier;
Il favoloso mondo di Amelie (2001) di Jean-Pierre Jeunet;
Moulin Rouge (2001) di Baz Luhrmann;
Il pianista (2002) di Roman Polanski;
Kill Bill volume 1 (2003) di Quentin Tarantino;
Crash (2004) di Paul Haggis;
I segreti di Brokeback Mountain (2005) di Ang Lee;
The Departed (2006) di Martin Scorsese;
Le vite degli altri (2006) di Florian Henckl Von Donnersmarck;
The Queen (2006) di Stephen Frears;
Lo scafandro e la farfalla (2007) di Julian Schnabel;
Non è un paese per vecchi (2007) di Joel ed Ethan Coen;
Into the Wild (2007) di Sean Penn;
Il petroliere (2007) di Paul T. Anderson

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...