L’occhio-avanti, l’occhio-dietro

Il fotografo guarda con un occhio solo, quello da dietro il visore che controlla l’immagine, la construzione e decide in un attimo. L’altro è chiuso, non adibito al suo compito abituale, disattivato, cioè aperto verso l’interno, il dietro, l’immaginario, il desiderio. Un occhio-avanti verso l’imprevedibile, un occhio-dietro verso l’accumulo precedente, verso la memoria. La coscienza…

Un immagine di un idea

Quante volte nelle città italiane abbiamo visto flotte o meglio stormi di turisti prendere d’assalto con le loro usa-e-getta prima, poi “compattine” ora smartphone le nostre bellezze o un panorama o una situazione simpatica/interessante. Quante volte anche noi stessi siamo presi dalla frenesia del Clic! e Scappa!. Cosa rimane nei bit dell’immagine o nella stampa…

Pensieri ricorrenti

Non capisco come si possa definirsi appassionato di fotografia senza andare a mostre e conoscere i grandi fotografi del passato e contemporanei. Non capisco come scattare stile mitraglia ad ogni soggetto animato e non si possa chiamare fare fotografia. Non capisco come si possa cercare l’originalità ed il proprio stile in uno scatto ritoccandolo facendo…